fbpx

[:it]Per una maggiore integrazione nella produzione e comunicazione delle informazioni statistiche, l’Istat diffonde congiuntamente i dati sull’uso dell’Ict (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) da parte di cittadini e imprese basati su stime campionarie.

Nel 2015 cresce il numero di famiglie che si connettono a Internet mediante banda larga, mentre è stabile e vicina alla saturazione la quota di imprese che la utilizzano. In entrambi i casi aumenta la connessione in banda larga mobile: la quota di famiglie passa da 27,6% del 2014 a 30,1%, quella delle imprese con almeno 10 addetti da 60,0% a 63,3% (49,8% nel 2013).

Il 60,2% delle persone di 6 anni e più (circa 34milioni 500mila persone) si è connesso alla Rete negli ultimi 12 mesi (contro il 57,5% del 2014), circa il 40% accede tutti i giorni, solo il 16,8% vi accede almeno una volta a settimana. È ancora l’età il principale fattore discriminante nell’uso di Internet: sono i giovani ad utilizzare di più il web (oltre 91% tra i 15- 24enni).

L’indicatore di digitalizzazione, basato sull’adozione di 12 attività in Rete, è basso o molto basso per circa nove imprese su 10 (otto su 10 a livello europeo). Le più piccole (10-49 addetti) presentano un minore grado di digitalizzazione rispetto alle altre.

Fra le persone che hanno usato Internet negli ultimi 3 mesi, sette su 10 (71,0%) hanno fruito contenuti culturali, il 56,1% ha utilizzato un social network e quasi un terzo ha pubblicato sul web contenuti di propria creazione (32,1%).

Il 70,7% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di un sito web (69% nel 2014); una impresa su quattro ha sul sito un link al proprio profilo social mentre il 37,3% utilizza un social media (32% nel 2014), soprattutto per finalità di marketing (29,6%).

Sono in aumento le imprese che utilizzano la fatturazione elettronica in un formato adatto all’elaborazione automatica (da 5,4 del 2014 a 15,5% del 2015) e quelle che adottano software specifici per la condivisione interna di informazioni sulla clientela (da 28 a 30,2%).

Le competenze digitali all’interno delle imprese presentano alcune criticità, sia per scelte aziendali sia per fattori strutturali legati soprattutto alle ridotte dimensioni d’impresa. La maggioranza degli utenti ha dichiarato di avere competenze di base (36,6%) o basse (31,4%). Il 60,7% delle imprese con almeno 10 addetti ricorre a personale esterno per le funzioni ICT e solo il 12,5% sceglie di svolgerle per lo più con addetti interni all’impresa o al gruppo.

Aumenta rispetto al 2014 la quota di internauti che hanno effettuato acquisti online (da 45,9 a 48,7%) e quella di imprese che vendono online (da 8,2 a 10%), in quest’ultimo caso rimane il divario tra piccole e grandi. L’Italia è lontana dagli obiettivi europei 2015 che fissano al 33% la quota di PMI che hanno effettuato vendite online nell’anno precedente per almeno l’1% del fatturato totale e al 50% la quota di popolazione di 16-74 anni che ha fatto acquisti online negli ultimi 12 mesi; gli indicatori oggi sono rispettivamente a 6,5% e 26%.

Il 28,2% di utenti over15 che hanno usato Internet nei 12 mesi precedenti l’intervista ha dichiarato di aver avuto almeno un problema di sicurezza, il 54,3% non ha invece svolto alcune attività online per questo motivo. Il 42,9% delle imprese ritiene necessaria una politica di sicurezza informatica e circa il 62% ha definito o aggiornato la propria policy negli ultimi 12 mesi.

 [:en]For further integration in the production and communication of statistical information, Istat disseminates together data on the use of ICT (information and communication technologies) by citizens and businesses based on sample estimates.

In 2015 a growing number of households that connect to the Internet via broadband, while it is stable and close to saturation, the share of firms that use it. In both cases, it increases the connection in mobile broadband: the number of households increased from 27.6% in 2014 to 30.1%, that of companies with at least 10 employees from 60.0% to 63.3% (49, 8% in 2013).

60.2% of people aged 6 and over (about 34 million 500 thousand persons) was connected to the Net in the last 12 months (against 57.5% in 2014), approximately 40% accessed every day, only 16 , 8% accesses at least once a week. It is still the age the main discriminating factor in the use of the Internet: are the young people to use the Internet more (over 91% among 15- 24 years old).

The digitization indicator, based on the adoption of 12 activities on the Net, is low or very low for about nine out of 10 companies (eight out of 10 in Europe). The smaller (10-49 employees) presenting a lesser degree of digitization respect to the other.

Among the people who have used the Internet in the last three months, seven out of 10 (71.0%) have benefited cultural content, 56.1% used a social network and almost a third have published on the web content of their own creation (32 , 1%).

70.7% of companies with at least 10 employees have a web site (69% in 2014); a company out of four on the site a link to their social profile while 37.3% use social media (32% in 2014), especially for marketing purposes (29.6%).

Are increasing businesses that use electronic invoicing in a format suitable to automatic (from 5.4 in 2014 to 15.5% in 2015) and are adopting specific software for internal sharing of customer information (from 28 to 30.2%).

Digital skills within companies present certain issues, both for business decisions for both structural factors related mainly to the small company size. The majority of users said they have basic skills (36.6%) or low (31.4%). 60.7% of companies with at least 10 employees recourse to external personnel to ICT functions and only 12.5% choose to perform them mostly with internal employees company or group.

Increase compared to 2014 the share of internet users who have shopped online (from 45.9 to 48.7%) and that of companies selling online (from 8.2 to 10%), in the latter case remains the gap between small and large. Italy is far from European 2015 targets of achieving a 33% share of SMEs that have made online sales in the previous year by at least 1% of total sales and 50% the share of 16-74 years old population It made online purchases in the last 12 months; indicators now are respectively 6.5% and 26%.

28.2% of over15 users who used the Internet in the 12 months before the interview said they had had at least one security problem, 54.3% did not, however, done some online activity for this reason. 42.9% of companies determined to require an information security policy and about 62% have defined or updated its policy over the last 12 months.[:]

#
contattaci

    Nome

    Indirizzo email

    Messaggio

    Acconsento al trattamento dei miei dati, secondo quanto disposto dal regolamento UE 2016/679. Privacy Policy

    Seguici anche su FB